Glauco Manzoni

Primi su Google: come fare? | Una breve guida a misura di imprenditore

Primi su Google: come fare? | Una breve guida a misura di imprenditore
20 giugno 2017


In tema di imprenditori e Siti Web, nessun interesse batte quello di essere primi su Google: in questo articolo vedremo come fare! Infatti per lavoro incontro ogni settimana persone nuove (la maggio parte sono imprenditori come te) con cui ci confrontiamo su tantissime tematiche di web marketing. Alcuni imprenditori sono molto ferrati su temi come web marketing, social media, eccetera, altri meno. Ma c'è una tematica che tutti, ma proprio tutti, ormai hanno a cuore: l'indicizzazione del proprio sito aziendale nella SERP del motore di ricerca più utilizzato al mondo, o , come appunto molti mi dicono, il desiderio di essere primi su Google.

Fondamentalmente, se il tuo sito non è indicizzato come vorresti o comunque non compare in una delle prime pagine, ci possono essere 3 tipi di problematiche che impediscono di essere primi su Google:

1) Problematiche di tipo TECNICO
2) Problematiche di CONTENUTI
3) Problematiche STRATEGICHE


Per prima cosa nell'articolo vedremo in cosa consistono queste problematiche, quali guai ti causano e come potresti risolverle.Dopodiché esamineremo IL VERO GROSSO PROBLEMA dietro il tuo sito web

Bene, facciamoci forza e cominciamo a scoprire cosa ti impedisce di sorpassare tutti i tuoi odiati concorrenti e piazzarti nelle prime posizioni di Google!
                                                                                                                           

1) Le problematiche di tipo TECNICO che non permettono al tuo sito di essere ben posizionato su Google

Sono problemi strutturali del tuo sito, che possono essere risolti solo da un tecnico, e che Google considera gravi a tal punto da ritenere il tuo sito non adatto a essere tra i primi siti consigliati, e che quindi "abbassa" nel suo ranking, facendoti comparire in seconda, terza, quarta, quinta pagina, se non peggio. Di questi problemi tecnici ce ne possono essere ovviamente molti, ecco quelli forse più gravi:

Il tuo sito non è responsive

Ne abbiamo già parlato sul blog. Se il tuo sito non è tecnologicamente avanzato almeno quanto basta per essere ben fruibile dagli utenti su smartphone e tablet, da un po' di tempo Google lo penalizzerà nell'indicizzazione. In particolare se gli utenti fanno la loro ricerca proprio da uno smartphone/tablet.

 In generale se il tuo sito non è responsive nel 2017, hai comunque un GROSSO problema, non solo di posizionamento su Google: anche senza aver letto statistiche o approfondimenti, ti basterà pensare alla tua esperienza quotidiana per renderti conto di quanti contenuti ricerchi e fruisci da questi dispositivi. Lo stesso è valido ovviamente per tutti i tuoi potenziali clienti: quindi è sicuramente il caso che il tuo sito sia perfettamente fruibile da tutti I tipi di dispositivi, non trovi?

Come capire se il tuo sito è responsive? Facilissimo. Basta andare qui, inserire la URL del vostro sito e cliccare su ESEGUI TEST

Il tuo sito è lento

Può dipendere da molte cose: per esempio se il codice del tuo sito non è stato scritto a dovere da chi lo ha realizzato; oppure se contiene immagini troppo grandi, video o altri contenuti che lo rendono eccessivamente "pesante". Un altro motivo può essere la "macchina" su cui risiede il tuo sito: se per risparmiare hai scelto un servizio di hosting economico, o non adatto al tuo sito web in particolare, potresti avere problemi anche più gravi. Anche in questo caso uno strumento di Google molto semplice da utilizzare ti può aiutare a capire se il tuo sito è più simile a un ghepardo o a una tartaruga; lo trovi QUI 

Il tuo sito non ha MetaTag e/o URL ottimizzate

Oltre ai testi del tuo sito, su cui ti sarai sicuramente concentrato anche tu in prima persona, sono importanti anche tutti quei testi che magari tu non leggi (o addirittura non sai che esistono):

Ricapitoliamo quali sono I testi più importanti che forse non hai mai neanche mai che Google e gli utenti che effettuano ricerche leggono e che incidono nel posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca:

 META TITLE: è il titolo della tua pagina web. Molto importante per essere primi su Google! è definito nel codice HTML e compare nella barra del titolodel browser. A Google serve per capire di cosa parla quella pagina web. È anchela prima cosa che gli utenti vedono nella SERP DI Google. Deve contenere laparola chiave per cui devi indicizzare la pagina!

 URL è la sequenza di caratteri che identifica una pagina webin modo univoco (non esistono 2 https://www.italiamultimedia.com/realizzazione-siti-web.htmlper esempio. Anche in questo caso sarebbe il caso che le URL del tuo sitofossero “parlanti”. Per esempio, la URL che abbiamo citato prima,

https://www.italiamultimedia.com/realizzazione-siti-web.html

è parlante, mentre una URL del tipo

https://www.italiamultimedia.com/product?1278j0j7&sourceid=3

non è una URL parlante: lo puoi intuire anche tu, ma chiaramente Google faràfatica a capire cosa diavolo c’è in quella pagina!  Per fortuna grazie aun metodo chiamato MODE REWRITE un tecnico potrà aiutarti a risolvere questoproblema

 META DESCRIPTION è un riassunto della pagina web; un po’ più lunga del title, funziona in modo simile. Anche la META DESCRIPTION deve contenere la parola chiave! 

 2) Problematiche di CONTENUTI

Avere un sito tecnicamente perfetto non basta. Google neglianni è diventato sempre più intelligente e chi crea l’algoritmo che gli fascegliere, preferendo un sito a un altro, lo fa cercando di farlo ragionaresempre più come se fosse una persona. Questo perché è nell’interesse di Googleche gli utenti siano molto contenti dei risultati che Google gli propone peruna certa parola chiave

 Scrivere i testi del proprio sito Web è un'operazione lungae complessa, che deve tenere conto di diversi fattori e che, soprattutto, non èmai davvero "finita": perché è bene che il tuo sito venga spessoaggiornato!

 Il tuo sito non ha abbastanza testi

 L'idea che i testi online non servano più perché tanto"la gente non legge" si sta diffondendo come un'epidemia da ormaidiversi anni. Potrei dire che le persone, online come offline, leggono eccome,se trovano contenuti interessanti e soprattutto UTILII. Ma passiamo oltre.

 Comunque tu la pensi, Google leggerà i TESTI del tuo sitoweb, e questa è giù una buona ragion per creare dei testi chiari, ricchi eoriginali (non nel senso di “creativi”, ma nel senso che devono essere scrittiex-novo: non ti venga mai in mente di copiare un altro sito web!!!

 Non aggiorni abbastanza spesso il tuo sito

 Google apprezza i siti web che contengono contenutiaggiornati, come news recenti e nuove sezioni. La motivazione è evidente: sestessi cercando la soluzione a un tuo problema online (per esempio: qualetelevisione scegliere? Oppure: migliori ristoranti di Firenze) preferirestileggere informazioni scritte nel 2009 o nel 2017? Ecco, appunto….    

3) Problematiche STRATEGICHE

Il dominio che hai scelto non è SEO-friendly

 A volte la ragione sociale non è la miglior scelta per ildominio del Sito Web aziendale.

 ATTENZIONE: non è una regola fissa. Lo stesso sito su cuistai leggendo, per esempio, fa eccezione. Però, per esempio, se la tua Ragionesociale è una sigla sconosciuta ai più, o che appartiene anche ad altri; oppureè il tuo cognome, potrebbe essere utile per posizionarsi un dominio che peresempio contenga il Prodotto o Servizio che offri e la regione/località in cuilo fa, come:

 wwww.lavorazionimeccanicheasti.it

oppure

www.pizzadomicilionovara.com.

Tutto chiaro?

Hai scelto i contenuti sbagliati per cui posizionarti!

 Essere primi su Google non serve a niente se lo sei per unaparola che non cerca nessuno!


IL VERO MOTIVO PER CUI IL TUO SITO WEB NON E' BEN INDICIZZATO SU GOOGLE

 Bene, abbiamo finito questa carrellata di motivazioni che potrebbero esserci dietro al cattivo posizionamento del tuo sito web.

 Ora, scommettiamo che tra poche righe riuscirò a INDOVINARE IL VERO MOTIVO PER CUI IL TUOSITO WEB NON E' BEN INDICIZZATO SU GOOGLE?


 Ok, forse ho esagerato…diciamo che ho un buon 80% dipossibilità di indovinare. Non lo dico per presunzione o per pregiudizio, anzi:la verità è che ogni settimana incontro molti imprenditori, e posso dire che,su questo tema, 8 volte su 10, indagando, scopro che è proprio così.

 l vero motivo per cui il tuo sito non è ben indicizzato suimotori di ricerca è che


 QUANDO HAI LAVORATO ALLA REALIZZAZIONE DEL TUO SITO WEB, NON TI SEI AFFATTO CONCENTRATO SULLA SUA INDICIZZAZIONE!!!!


 Prima abbiamo visto una serie di problematiche che il tuosito potrebbe avere. Nessuna di esse è "fatale" se presasingolarmente: ma ovviamente, se il tuo sito comincia ad avere più di 2-3… iltuo business online potrebbe risentirne!

 Quello che intendo quando dico che "non ti sei affatto concentrato sulla sua indicizzazione" vuol dire che se un sito ha tutti questi problemi, evidentemente fin dall'inizio il progetto è "partito male".  Non è stato pensato in ottica SEO-friendly.

Mi rendo conto che era compito della web agency o del freelance che ha realizzato il tuo sito web pensarci, e forse non hanno fatto il lavoro che ti aspettavi o che ti avevano promesso. Oppure con loro non ne hai neanche mai parlato; non so come foste d'accordo. Quello che so è che molto spesso gli imprenditori sono troppo attenti ad avere un sito che "rappresenti la filosofia della loro azienda" o "faccia capire che siamo i leader del settore".

 Quindi si concentrano su:

 - Il logo che si deve vedere bene

- Le foto che devono essere fighe

- Le frasi che devono essere creative

- Il sito web del concorrente che ti sta tanto antipatico etc.

Chiariamo subito: tutte queste cose sono MOLTO importanti,ed è corretto che siano fatte bene e con criterio e conoscenza del web e deipropri clienti/concorrenti.

 Ma è giusto che tu sappia che ci sono altre tematiche, di cui magari non sai niente (non è il tuo lavoro, del resto, ci mancherebbe!) ma che sono estremamente importanti per un sito web. Una di queste è che abbia tutte le caratteristiche che gli permettano di essere facilmente rintracciabili sui motori di ricerca, sia da chi ti conosce già e ha bisogno di te, sia da chi ancora non ti conosce ed è alla ricerca della soluzione a un problema che tu potresti risolvere.

 Infatti se da una parte è vero che, rispetto a qualche anno fa, essere ben posizionati su Google non è più sufficiente per vedere il tuo fatturato aumentare, è anche vero che sarebbe davvero sprecato lavorare tanto faticosamente per poi essere online con un sito web che parte penalizzato -senza contare il fatto che siti dei tuoi competitor potrebbero farti le scarpe con facilità.

 


Quindi vorrei darti 3 consigli forse banali ma che in generale possono esser molto buoni


1) Lavora in modo strategico ragionando su parole chiave specifiche ragionando sul tuo prodotto/servizio in relazione alle tue possibilità distributive e al posizionamento dei tuoi competitor. Se un tuo concorrente è presente da più di 10 anni su Google con una parola chiave, potrebbe essere molto difficile scalzarlo; probabilmente ha più senso ragionare su parole chiave che ti distinguono da lui nelleintenzioni di acquisto di un certo target 

2) Ogni singola pagina del tuo sito web, se fatta bene e soprattutto ben indicizzata, è un piccolo lavoratore instancabile che per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, è pronta a essere trovata da un utente sul web.Quindi il tuo sito web deve avere TANTE pagine, tutte realizzate con accortezza. Non tutti I tuoi visitatori navigano sul tuo sito a partire dalla Homepage: tratta ogni pagina come se fosse l'unica possibilità che hai di farti notare da una persona.

3) UNA PRECISAZIONE IMPORTANTE: ovviamente quella che haifinito di leggere non può considerarsi né una lista completa ed esaustiva, néil testo sacro per il posizionamento del TUO sito web. Quello che però vorreifosse chiaro è che non ci sono trucchetti per essere primi su Google. Il tuositò potrà attirare un notevole traffico da parte di utenti in target grazie atempo, lavoro, competenze, tentativi, etc. Se vuoi essere sicuro al 100% dimigliorare l’indicizzazione del tuo sito web aziendale e fare in modo che i tuoi contenuti siano primi su Google, ti consiglio di evitare il FAI DA TE e rivolgerti a una Web Agency. 

Glauco

Sei stanco che il tuo SITO WEB sia posizionato PIU' IN BASSO di quello dei tuoi CONCORRENTI su GOOGLE? 

Compila il modulo che trovi qui sotto e premi su INVIA: ti contatteremo a breve per capire insieme a te come possiamo iniziare subito a migliorare il posizionamento del tuo sito web!

"Gli imprenditori che hanno vero successo sono quelli che partono con un'idea ma sono pronti a cambiarla con il minimo preavviso."

- Jeremy Stoppelman

Seguici