Ecco il Green Marketing in un esempio. Hai appena risposto male alla tua collega perché, per te, sono mesi di forte stress. Se adesso non fai niente, la situazione andrà degenerando e vivrai un clima pessimo. Prima o poi, inoltre, la pagherai. Se invece chiedi scusa in tempo – e per davvero – hai compensato un brutto gesto. Nuovo scenario.

Il marketing verde calcola le conseguenze e compensa ciò che in passato abbiamo fatto di sbagliato. L'iperbole delle sue buone energie premierà il tuo lavoro.
Partiamo dicendo che, per Eco-Markerting, noi non intendiamo solo l'ampio spettro dei prodotti e servizi creati rispettando l'ambiente. Scegliere strategie di marketing verde significa creare una nuova cultura. Si parla di responsabilità sociale. Suona altezzoso e terribilmente impegnativo. E invece, noi vogliamo farti vedere quanto può essere divertente e non per forza faticoso.

L'eco-marketing crea nuovi scenari e prodotti

Ok. È eco-marketing sostituire il lucidissimo pieghevole dove parli dei tuoi servizi – quello che a guardarlo trasuda odore di metalli pesanti – con una carta riciclata su cui stamperai in modo diverso. «Impossibile stampare in modo diverso». Mh. Non proprio. Si stampa anche con pigmenti vegetali composti da polvere di grafite. Risultati: ne guadagna anche il tuo messaggio aziendale, che si fa raffinato.
Con il green marketing comunichi che l'ambiente ti interessa. Scopri che tu e il tuo cliente la pensate allo stesso modo; lui tiene d'occhio come lavori, apprezza le evoluzioni, e ti sceglie anche per nuovi incarichi. Bam! Nuovo scenario. Sale la "temperatura green" del tuo marketing e lavori anche su questo posizionamento.

Marketing verde: è per come lavori, che ti scelgono

Vedi, il Marketing sostenibile inizia con piccole scelte, e quando dici di essere un'azienda "eco-friendly", lo fai anche per ribadire che, forse, non hai ancora allineato tutta la filiera alla sostenibilità. Però ci stai lavorando. Questo, è un grande messaggio di umanità. Non si può cambiare tutto in una volta, ma si può iniziare una transizione ecologica. Allo stesso tempo, accogli la rivoluzione dell'eco-marketing. Quale?
Packaging sostenibile e gesti pensati per compensare le proprie emissioni di Co2 stanno dando vita a una trasformazione dei mercati. Sposare l'ambiente tramite il green marketing significa questo: instaurare una relazione più profonda con le aziende e i clienti che compongono già la tua rete. Anzi, il tuo ecosistema. E, mettilo in conto: arriveranno nuovi interessati a ciò che fai. Per come lo fai.

Chi prova a fare eco-marketing e chi ci riesce

Quei piantaalberi dell'eCommerce Treedom potrebbero sembrarti dei dilettanti – non lo sono – se paragonati all'antesignana Wangari Maathai, Premio Nobel per la pace nel 2004. Già nel 1977 il suo Green Belt Movement stava salvando foreste proprio piantando alberi. Gesti piccoli, effetti eccezionali. Ricordalo.

Quali aziende stanno scegliendo il green marketing, oggi? Nel 2021 Yomo ha lanciato sul mercato il vasetto di yogurt 100% riciclabile. Adesso, sessantasei milioni di vasetti non sono più in plastica. Nel 2023 saliranno a centosessantacinque milioni. Totale plastica risparmiata: settecento-trentotto-tonnellate in un anno. Però!
Si parla di green marketing e arriva anche Barbie Loves the Ocean, la prima collezione Mattel di Barbie in plastica riciclata. Intanto, l'azienda danese Lego ha stanziato quattrocento milioni di dollari per produrre i suoi mattoncini senza impattare il pianeta.

Il green marketing è una relazione stabile col pianeta

Due appunti a margine: occhio al greenwashing. Non c'è per forza bisogno di dirlo a tutti, che stai facendo green marketing. Fallo e basta. E fallo davvero, perché non dev'essere apparenza.
A proposito, in fatto di eco-marketing ci piacciono molto i brand Patagonia e The North Face, che donano alle associazioni ambientaliste parte dei ricavi, ed hanno effettivamente sposato l'ambiente in una relazione stabile. Le loro community sono la prova tangibile del profondo cambiamento in atto, fatto dai mercati e dalle persone.
Praticare i valori: è questo che dev'esserci davvero. L'eco-marketing testimonia che possiamo fare marketing restando brave aziende. O diventandolo sempre di più, come ci insegnano le italiane Aboca e LifeGate Way.