Loading
Indirizzo :

Viale Giustiniano, 5
20129 Milano

Telefono :

02 20404561
(Al momento il nostro team sta lavorando in Smart Working)

Ti dicono tutti che la landing page è importante per convertire. Ma questo, in parole povere, che cosa significa rapportato al tuo brand?
Partiamo dal presupposto che in effetti qualsiasi landing page ha senso per il raggiungimento di un unico obiettivo: la conversione. I testi, in perfetta sintonia con la grafica, e ovviamente la qualità di ciò che offri, saranno i protagonisti di una landing page che punti verso l'azione finale del cliente.

Quindi una landing page non è l’home page del tuo sito, non è la pagina dei servizi con l’elenco, non è una pillar page che scardina il tuo argomento principe, non è un articolo che porta il pubblico al contenuto evergreen: è una pagina che lancia (landing) il cliente verso l'azione precisa. Vediamo come si struttura e come puoi crearla da solo per convertire.

Landing page: come crearla partendo da un’idea

La landing ha l’arduo compito di trasformare i visitatori occasionali in lead, è infatti lo strumento di inbound marketing più impiegato in assoluto. Le persone che hai attirato sulla tua bella paginetta se non compiono un'azione (acquistare un prodotto, scaricare un e-book, chiedere un preventivo o una consulenza, lasciare l'email), sono contatti inutili.

Per spingere il lettore a seguire le tue indicazioni dovrai puntare verso un bisogno chiaro a cui rispondere, e fare un elenco di almeno tre benefici che apporta il tuo prodotto. Sarà questo elenco il canovaccio da cui partirà lo sviluppo del testo.

Dovrai essere poi attento ad impiegare le parole giuste per agganciare la sua attenzione, e presentare la tua landing page come la soluzione a un'esigenza. Non esistono template di landing page efficaci: per ogni prodotto dovrà essere creata una pagina di lancio unica.

Landing page: come scriverla?

Delineiamo adesso i vari punti da sviluppare per ottenere una landing page efficace che converta. L'elemento più forte della tua landing? A nostro parere l'headline. Il titolo in pratica del tuo racconto, consideralo come un titolo di giornale che ha bisogno di agganciare il giusto lettore.

Qui racchiuderai la motivazione, la leva essenziale pronta a fare breccia sul target audience specifica. Con poche parole (al massimo 10) dovrai spiegare all'utente come agisce il prodotto e come risolve il problema. Dovrai essere diretto, ammiccante e capace di rispondere a quel desiderio.

Per strutturare una landing page coerente ti suggeriamo d’inserire un testo breve, un cappello in cui racconterai i benefici che otterrà la persona o le caratteristiche peculiari del prodotto.

Essenziale per la buona riuscita di una landing page efficace che converta è fare attenzione al visual: immagini, colori e tasti dovranno essere coerenti con ciò che scrivi.

La landing page è una pagina di atterraggio molto sintetica e con poco copy, per cui l’usabilità e la grafica saranno davvero essenziali nella loro capacità comunicativa. Sai che puoi esprimere tantissimo attraverso la scelta di determinati colori e font?

Dopo aver sviluppato il corpo del testo: essenziale, snello e unico nel tono di voce dovrai dare lustro alle call to action.

Per call to action si intendono quelle frasi di chiusura o sui tasti che invitino all’azione concreta il lettore. In genere si tratta di testi brevi contenenti un verbo imperativo (chiama ora!) ma sì si può fare di meglio.

Ti consigliamo di essere incisivo sì ma non troppo aggressivo nei colori e nei testi dato che le soluzioni garbate aiutano a conquistare la fiducia degli acquirenti più esperti che non vogliono sentirsi aggrediti da colori e toni.

A seconda del tuo livello di scrittura puoi utilizzare le leve persuasive, una delle più semplici è quella della scarsità connessa al tempo che sta per scadere o al risparmio che si potrebbe ottenere comperando subito. Stai però lontano da testi scritti in maiuscolo: nel web equivalgono ad urlare e otteresti “l’effetto Vanna Marchi”.

Landing page che converte: l’importanza dei testimonial e delle recensioni

Nella parte sottostante della landing, dopo aver sviluppato i benefici del tuo prodotto-servizio, ti suggeriamo di riportare delle recensioni o testimonial di spessore, la riprova sociale della qualità della tua azienda o del tuo prodotto. Per far sì che sia incisiva la recensione dovrà essere innanzitutto reale con un volto, un cognome, un viso e rintracciabile con link.

Per creare una landing page che converta, se non hai una formazione trasversale di digital marketing, potresti aver bisogno di varie figure professionali: il copywriter, il web graphic designer, il data analyst.

La base da cui partire è quella che ti abbiamo indicato in questo post: intercetta i bisogni, forma una struttura su 3 punti chiara, inserisci immagini di qualità, riporta recensioni, invita all'azione garbata ma persuasiva.

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter