Loading...
Skip to Content

Come creare immagini con l'AI

Italia Multimedia
Italia Multimedia
Italia Multimedia

Ultimi posts

4 generatori di immagini AI da provare online

Lavorando ogni giorno con il digitale, ti sarà senz'altro capitato di voler creare immagini con l'AI. Da quando Chat Gpt ha ufficialmente sdoganato l'utilizzo dell'intelligenza artificiale (AI), i tool AI ci stanno letteralmente cambiando la vita da ogni punto di vista. Soprattutto se si parla di contenuti e di immagini. Non a caso gli strumenti che sfruttano questa tecnologia stanno aumentando esponenzialmente sul mercato, aprendo nuove porte creative e velocizzando i processi di realizzazione con un'efficienza davvero incredibile.
Sul piano visivo, in particolare, i generatori di immagini AI sono in grado di produrre immagini realistiche e creative, a partire da una semplice descrizione testuale. Il che, come forse già sai (ma se vuoi saperne di più, puoi approndire qui), permette a te che ti occupi di digital marketing di padroneggiare abilità grafiche, cui diversamente non avresti accesso, offrendoti interessanti opportunità di crescita e miglioramento per il tuo marketing digitale e per quello dei tuoi clienti.
In questo articolo, noi specialisti di Italia Multimedia, ti spiegheremo come puoi creare immagini con l'AI, quali sono i migliori tool AI disponibili e come usarli per migliorare le tue campagne di marketing. Pronto?
Leggi qui.

Come funzionano i generatori di immagini AI?

Di base è come andare a scuola.
 Per creare, infatti, I generatori di immagini AI utilizzano un tipo di intelligenza artificiale chiamato apprendimento automatico, che consente ai computer di imparare, senza essere programmati esplicitamente. In pratica, prima i generatori di immagini AI vengono addestrati su un enorme dataset di immagini esistenti, poi questo dataset viene utilizzato per insegnare al generatore come creare immagini simili a quelle che ha visto.
Quando infine un utente fornisce una descrizione testuale a un generatore di immagini AI, il generatore utilizza il suo addestramento per creare un'immagine che corrisponde alla descrizione.
Chiaro qual è la logica?

Come funziona l'apprendimento automatico nei generatori di immagini AI?

Per chi vuole andare sul tecnico: l'apprendimento automatico nei generatori di immagini AI si basa su un processo chiamato generazione generativa adversariale (GAN). In un GAN, due reti neurali competono tra loro. Una è chiamata: "generatore" e crea immagini. L'altra rete, invece, è detta: "discriminatore" e cerca di distinguere le immagini reali dalle immagini create dal generatore.
Il generatore viene addestrato per creare immagini che siano sempre più realistiche e difficili da distinguere dalle immagini reali. Il discriminatore, parallelamente, si allena per essere sempre più bravo a distinguere le immagini reali dalle immagini create dal generatore.
Più i due lavorano, più  diventano bravi nello svolgere i loro rispettivi ruoli. Ergo: se vuoi che il tuo tool AI funzioni alla perfezione, inventando per te immagini artificiali ma del tutto verosimili, devi cercare di fornire al generatore, più informazioni testuali possibili.
Ok, ora che abbiamo visto la teoria, passiamo alla pratica.

Quali sono i migliori tool per creare immagini con l'AI?

Esistono molti tool disponibili per creare immagini con l'AI. Alcuni prevedono versioni gratuite, altri invece sono a pagamento o su richiesta. Qui sotto ti riportiamo quelli che, a prescindere dal tipo di abbonamento, rimangono per noi i migliori.

DALL-E 2

DALL-E 2 è il generatore di immagini AI sviluppato da OpenAI. È uno dei più potenti generatori di immagini AI disponibili al momento, ed è in grado di creare immagini realistiche e creative a partire da una semplice descrizione testuale naturale.  La traduce in un'istruzione per GPT-3 e questa, di conseguenza, genera un'immagine che corrisponde all'istruzione.
Pur essendo ancora in fase di sviluppo, questo tool AI ha già dimostrato di saper ideare immagini realistiche e artistiche di vario genere come animali fantastici, paesaggi immaginari, dipinti, disegni e fotografie, diagrammi, illustrazioni e, perché no, persino prodotti e intere campagne.
A oggi la beta pubblica di DALL-E2 è riservato a pochi utenti selezionati. Puoi provare a richiederlo sul sito web di OpenAI. Il costo di DALL-E 2 non è ancora stato annunciato. Tuttavia, è probabile che si tratterà di un servizio a pagamento.

Midjourney

Midjourney è un altro generatore di immagini AI di alta qualità. È simile a DALL-E 2, ma offre alcune funzionalità aggiuntive, come la possibilità di creare immagini da più prompt testuali.
Ad esempio, puoi utilizzare Midjourney per creare immagini di un personaggio immaginario in diverse pose o di un paesaggio immaginario con diversi stili artistici.
Di per sè, infatti, Midjourney è più creativo di DALL-E 2 e per questo in grado di generare immagini più originali e artistiche. DALL-E 2 è, al contrario, più adatto a generare immagini che assomigliano a quelle reali.
Midjourney è anche più dettagliato di DALL-E 2. Riesce a dare vita a immagini più particolareggiate, mentre DALL-E 2 è più propenso a generare immagini sfocate o poco definite. Per certi versi risulta anche più accessibile, dato che è disponibile per chiunque disponga di un account Discord, mentre l'uso di DALL-E 2  può essere richiesto solo da un numero limitato di utenti.
Detto questo, il sistema migliore per te dipende dalle tue esigenze e preferenze. Se stai cercando un tool AI che possa generare immagini creative e dettagliate, Midjourney è una buona scelta. Se, invece, vorresti uno strumento che sia capace di produrre immagini realistiche, DALL-E 2 è meglio.

VQGAN+CLIP

VQGAN+CLIP è un generatore di immagini AI open source, composto da due modelli di intelligenza artificiale: VQGAN, un modello di compressione quantizzata di apprendimento automatico che può generare immagini realistiche e CLIP, un modello di apprendimento automatico che può valutare la somiglianza tra immagini e testo.
Come accade per DALL-E con Chat GPT, anche in questo caso per generare un'immagine, VQGAN+CLIP prende una descrizione in linguaggio naturale e la traduce in un'istruzione per VQGAN. VQGAN quindi genera un'immagine che corrisponde all'istruzione. CLIP viene quindi utilizzato per valutare la somiglianza tra l'immagine generata e la descrizione in linguaggio naturale. Se la somiglianza è sufficientemente alta, l'immagine viene considerata valida.
VQGAN+CLIP non è facile da usare come DALL-E 2 o Midjourney, ma offre un grande controllo creativo ed è più flessibile e più accessibile, dato che è disponibile gratuitamente per chiunque disponga di un account Google Colab.

ADOBE FIREFLY

Ultimo ma non ultimo in ordine di importanza, c'è Adobe Firefly. Un'applicazione web autonoma disponibile sul sito di Adobe che offre nuovi modi per ideare, creare e comunicare, migliorando notevolmente i flussi di lavoro creativi tramite l'intelligenza artificiale generativa.
Firefly rappresenta in realtà una famiglia di modelli creativi di intelligenza artificiale generativa a sé stante in arrivo nei prodotti Adobe, inizialmente incentrata sulla generazione di effetti per immagini e testo.
Si differenzia dagli altri sistemi di intelligenza artificiale generativa citati in precedenza perché è stato progettato per essere utilizzato da designer e creativi di tutti i livelli di esperienza.
È facile da usare e offre una varietà di strumenti e opzioni che consentono agli utenti di personalizzare i risultati.
Inoltre è pensato per essere integrato con i prodotti Adobe Creative Cloud. Ciò significa che puoi utilizzare Firefly per creare contenuti che poi puoi esportare e manipolare facilmente con altri prodotti Adobe, come Photoshop, Illustrator e Premiere Pro.
Senza contare che è un tool AI progettato per creare immagini e contenuti che possono essere utilizzati in modo sicuro e legale per scopi commerciali.
Attualmente in fase di beta test pubblico, dispone di un piano gratuito che ti consente di creare fino a 10 immagini al giorno. Se vuoi rimuovere i limitm basta attivare il piano premium, che costa 9,99 euro al mese.
Qui sotto abbiamo preparato per te una tabella che compara i principali generatori di immagini AI, sperando davvero che possa aiutare a orientarti meglio.

Funzionalità

VQGAN+CLIP

DALL-E 2

Midjourney

Firefly

Flessibilità

Alta

Alta

Media

Media

Creatività

Alta

Media

Alta

Media

Accessibilità

Alta

Bassa

Bassa

Media

Costo

Gratuito (Google Colab)

Privato

Gratuito (Discord)

Gratuito (piano base), 9,99 euro al mese (piano premium)

Facilità d'uso

Media

Media

Difficile

Facile

Integrazione con prodotti Adobe

No

No

No

Si

Conformità alle normative

Si

No

No

Si

I vantaggi dell'uso dei generatori di immagini AI per il marketing digitale

Tirando le somme, ecco quali sono i motivi per cui dovresti provare la potenza dei generatori di immagini AI  e in quali ambiti possono aiutarti a fare la differenza nel tuo marketing digitale:

  • creatività: i generatori di immagini AI possono aiutarti a creare immagini più  coinvolgenti rispetto a quelle che potresti creare da solo.
  • efficienza: i generatori di immagini AI riescono a dare forma a immagini più velocemente e facilmente rispetto ai metodi tradizionali.
  • personalizzazione: i generatori di immagini AI sono utili per ideare immagini ad hoc per il tuo pubblico specifico.

Gli svantaggi dell'uso dei generatori di immagini AI per il marketing digitale

Certo, qualche diffetto ce l'hanno anche i generatori di immagini AI. Tra i principali svantaggi troviamo:

  • il costo: i generatori di immagini AI possono essere costosi, soprattutto quelli di alta qualità.
  • la precisione: diciamocelo, I generatori di immagini AI sono veloci ma non sempre perfetti nell'esecuzione. A volte possono creare immagini che non sono esattamente come le hai descritte.
  • l'originalità. a oggi le immagini create da generatori di immagini AI sono verosimili ma non ancora realmente creative. Per questo, potrebbero ricordare immagini già pubblicate da altri utenti.

Suggerimenti per l'uso dei generatori di immagini AI per il marketing digitale

Se sei arrivato fino qui, analizzandone pro e contro, e vedendo nel dettaglio tutte le caratteristiche deI principali generatori di immagini AI presenti sul mercato, forse, come noi, ti sei reso conto che vale senz'altro la pena di testarli. E allora, ecco come farlo, per trarre il meglio da questi super tool AI:

  • fai attenzione a cosa scrivi. Le parole che usi per descrivere l'immagine che desideri creare sono importanti. Più dettagli fornisci, migliore sarà l'immagine che otterrai.
  • sii creativo. Non aver paura di sperimentare con diverse descrizioni e vedere cosa ottieni.
  • ricontrolla le tue immagini. Prima di utilizzare un'immagine per il marketing, assicurati che sia di alta qualità e che corrisponda alle tue aspettative.

Ti piace l'idea di usare l'intelligenza artificiale ma vorresti anche un supporto business da un team reale? Scegli Full Power per attivare oggi il tuo reparto di digital marketing in outsourcing!

Iscriviti alla nostra Newsletter 💌

Ogni mese per te casi studio, editoriali, tutorial e pillole sul mondo digitale, dritti dritti nella tua casella di posta. Per riceverli, compila i campi qui sotto👇

Contatti

Prenota oggi la tua consulenza gratuita.

Compila il form sottostante, inserendo le informazioni principali rispetto al tuo business e ai tuoi obiettivi digitali. Se vuoi, inserisci pure il link al tuo sito web: ci aiuterà a farci un’idea precisa delle tue necessità 😉. In cambio ti ricontatteremo per fissare con te un colloquio gratuito che ti assicurerà:

  • 20/30 minuti di call in cui confrontarti con noi sul tuo business
  • analisi sintetica ma oggettiva dello stato strategico e comunicativo della tua azienda (utile per te, anche se poi scegli di non lavorare con noi)
  • preventivo personalizzato sulle tue esigenze sulla base del nostro metodo Full Power®

Image Description